Pagine: Indietro 1 2 3 ... 35 36 37 38 39 40 41 42 43 Avanti

Home Page

Tramonti di Sotto

Data: 05 Apr 2009

Casa Alpina per Vacanze Gruppi – Tramonti di Sotto

La Casa Canonica attualmente accessibile (l’altra è in via di ultimazione) è immersa nel verde, a 366 mt di altitudine, in Valtramontina è più precisamente a Tramonti di Sotto – Capoluogo. La Val Tramontina si trova in Friuli Venezia Giulia (nord – est Italia) a 50 Km da Pordenone, capoluogo di Provincia: un’area ricca di tradizioni e nota meta turistica estiva.
La struttura si fa apprezzare per quello spirito discreto e leggero delle sue linee architettoniche. E’ situata a ridosso della Chiesa Parrocchiale, dispone di annesso oratorio e di campetto da calcio ed è circondata dal verde in una posizione tranquilla ma anche vicinissima ai negozietti del paese, all’ambulatorio medico, alla farmacia e al parco giochi. La Casa Canonica è disponibile ad accogliere gruppi parrocchiali o comunque aggregazioni con intenti educativo/formativi.
I grandi spazi di cui è dotata permettono di ospitare gruppi fino a 40 persone che si organizzano in autogestione.
La struttura è aperta da giugno a settembre in un ambiente rilassante: i bambini, i ragazzi e gli animatori imparano a cogliere e ad apprezzare la bellezza della natura, si muovono con serenità in un paesaggio che incanta, realizzano le loro attività ludiche e formative con libertà in un clima paesano sereno e gioioso.

Per info contattare il Signor FERROLI Paolo
Cell. 333/3857901 oppure fptramonti@tiscali.it

casa-canonica-detta-vecchia

casa-canonica-detta-vecchia

complesso

complesso

casa-canonica-erigenda-detta-nuova

casa-canonica-erigenda-detta-nuova

chiesa-parrocchiale

chiesa-parrocchiale

scorcio

scorcio

 

 

 

 

 

 

CALENDARIO
Prenotazioni Canonica Tramonti di Sotto
Estate 2010

prenotazioni-canoniche 2010

Tramonti di Sopra

Data: 05 Apr 2009

Membri del Consiglio Pastorale Parrocchiale

Tramonti di Sopra Gennaio 2009
Tramonti di Sopra 2009-2014

Don Fabrizio
Michela Battistella
Fidelma Corrado
Lisetta Menegon
Fileana Facchin
Iride Del Zotto
Damiano Pradolin
Maurizio Crovatto
 

Membri del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici

Tramonti di Sopra Gennaio 2009
Tramonti di Sopra e Chievolis 2009-2014

Don Fabrizio
Elio Doretto
Damiano Pradolin
Giacomo Urban
Giacomo Urban (di Benza)
Maurizio Crovatto
Olivo Trivelli
Osvaldo Facchin

Meduno

Data: 05 Apr 2009

Membri del Consiglio Pastorale Parrocchiale

Meduno 29 Maggio 2006-05-24
Meduno 2006-2011

Don Fabrizio
Sr. Biancangela
Sr. Teresa
Mara Bonitta,
Gianluca Antonini,
Fiorangela Gardin,
Sandra Viel,
Carla Sacchi,
Lara Casagrande,
Bandiera Boris,
Daniele Cassan

 

Membri del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici

Meduno 1 Ottobre 2007
Meduno 2007-2012
Don Fabrizio
Gianantonio Casagrande
Daniele Cassan
Sante Mian
Sandra Viel

 

Membri del
Consiglio di Amministrazione della Scuola Materna SS° Redentore
di Meduno

Presidente don Fabrizio
Vice Presidente Mara Bonitta
Sante Mian
Lara Casagrande
Gianluca Antonini
Michela Paveglio
Walter Guerra
Marianna Muin
Rappresentante dell’Amministrazione Comunale

Ecce Homo di Adrea Mantegna

PDF programma-settimana-santa-2009

seme

In quel tempo, tra quelli che erano saliti per il culto durante la festa c’erano
anche alcuni Greci. Questi si avvicinarono a Filippo, che era di
Betsàida di Galilea, e gli domandarono: «Signore, vogliamo vedere
Gesù». Filippo andò a dirlo ad Andrea, e poi Andrea e Filippo andarono
a dirlo a Gesù. Gesù rispose loro: «È venuta l’ora che il Figlio dell’uomo
sia glorificato. In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in
terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto.

PDF la-miduna-29032009

La Miduna – Il Serpente

Data: 21 Mar 2009

il-serpente

In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo:
«Come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il
Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna.
Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito perché chiunque
crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato
il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato
per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato
condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.
E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più
le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il
male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano
riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente
che le sue opere sono state fatte in Dio». Gv 3,14-21

PDF la-miduna-22032009

Pagine: Indietro 1 2 3 ... 35 36 37 38 39 40 41 42 43 Avanti